I nostri cavalieri, utilizzando le norme del Combattimento Cortese, possono sfidarsi a “singolar tenzone” per la conquista della gloria e della fama, per la mano di una nobildonna o anche solo per un ricco bottino messo in palio.
Araldiche di diversi colori per i nobili, i maestri di spada e per chi vuole cimentarsi nel combattimento: tutti vengono in egual modo annunciati da un araldo che ne illustrerà la storia e le gesta.

combattimento Cortese

Le armature e le armi, riproduzioni fedeli a quelle reali, sia per peso che per dimensioni, proteggono i duellanti dai colpi che reciprocamente cercano di portarsi: tutto questo garantisce un’atmosfera realistica, cruenta e spettacolare allo stesso tempo.
Tutte le armi sono ammesse: spade, asce, mazze, scudi, lance e tutto quello che può essere brandito per combattere all’antica… tutto questo è il combattimento della Compagnia della Morte.